Level 2
Level 1

Descrizioni


76 words 0 ignored

Ready to learn       Ready to review

Ignore words

Check the boxes below to ignore/unignore words, then click save at the bottom. Ignored words will never appear in any learning session.

All None

Ignore?
Adynaton
Avvalorare l'impossibilita' che si realizzi un evento ipotizzandone un altro che non potrà mai verificarsi
Allusione
Consistente nel dire una cosa per farne intendere un'altra.
Allegoria
discorso che, oltre al significato letterale, presenta anche un significato piu' profondo, allusivo e nascosto.
Allitterazione
ripetizione delle stesse lettere e, quindi, dello stesso suono all'interno della stessa frase o della stessa strofa
Anacoluto
errore sintattico spesso provocato dal cambiamento di soggetto nel corpo dell'enunciato
Anadiplosi
ripresa enfatica, all'inizio di un verso, di una o gruppo di parole poste in conclusione del verso precedente
Anafora
ripetizione delle stesse parole all'inizio di piu' versi o frasi
Anastrofe
alterare l'ordine normale degli elementi di una frase, anteponendo, per es.il complemento oggetto al predicato
Anfibologia
enunciato che puo' essere interpretato in due modi diversi, per l'ambiguita' di una parola, o per costruzione sintattica.
Antifrasi
usare una parola o un'espressione in senso contrario al loro proprio con tono ironico od eufemistico
Antitesi
rafforzamento di un concetto aggiungendo la negazione del suo contrario, accostando parole o concetti opposti.
Apostrofe
interruzione di una frase per rivolgere un'invocazione a persona o cosa che puo'essere anche assente
Anticlimax
è una progressione che cala di intensita'
Asindeto
coordinazione tra vari elementi di una frase senza congiunzioni
Assonanza
si ha quando determinate sillabe o determinati suoni fonetici sono ripetuti in successione.
Chiasmo
disposizione incrociata degli elementi costitutivi di una frase, in modo che l'ordine logico delle parole risulta invertito
Circolo
figura consistente nel terminare il periodo con la stessa parola con cui è cominciato.
Climax
consiste in una progressione che sale di intensita' (prendi, afferra, strappa).
Deissi
richiamare l'attenzione su un oggetto, con elementi linguistici, detti deittici, che identificano in modo preciso l'oggetto in questione.
Diafora
ripetere una parola usata in precedenza con un nuovo significato o una sfumatura di significato diversa.
Dialisi
consiste nell'interrompere la continuità del periodo con un inciso.
Diallage
figura per cui una serie di argomenti portano alla stessa conclusione.
Disfemismo
opposta all'eufemismo, si sostituisce una parola affettuosa, con altra offensiva, senza tono ostile
Dittologia
utilizzo di una coppia di vocaboli dal significato affine o dalla forma morfologica equivalente, collegati tra loro da "E"
Ellissi
eliminazione all'interno di un enunciato, di alcuni elementi, per ottenere un effetto di concisione e icasticita'
Enallage
adoperare una parte del discorso al posto di un'altra. scambio di tempi e modi del verbo, dell'aggettivo al posto dell'avverbio, del sostantivo al posto del verbo.
Endiadi
adoperare due termini complementari (due sostantivi o due aggettivi) in sostituzione di un unico sostantivo accompagnato da un aggettivo.
Enfasi
mettere in rilievo un'espressione, con sottolineatura, che puo' tradursi in una forma esclamativa, affettata o sentenziosa
Epanadiplosi
iniziare e terminare un verso o una frase con la stessa parola
Epanalessi
ripetizione dopo un certo intervallo, di una o piu' parole per sottolineare un particolare concetto
Epanodo
riprendere con aggiunta di particolari una o piu' parole enunciate precedentemente.
Epanortosi
ritornare su una determinata affermazione, vuoi per attenuarla, vuoi per correggerla
Epifonema
concludere un discorso in modo enfatico
Epifora (Antistrofe o Epistrofe)
## ripetizione delle stesse parole alla fine di piu' frasi o versi.
Eufemismo
attenuare una espressione ritenuta troppo cruda, irriguardosa o volgare
Figura Etimologica
accostamento di due o più parole che condividono la stessa radice etimologica.
Hysteron Proteron
inversione dell'ordine temporale degli avvenimenti, per cui viene posto prima ciò che logicamente andrebbe posto dopo
Inversione
spostamento degli elementi costitutivi di una frase in una disposizione che capovolge la normale struttura sintattica
Invettiva
rivolgersi improvvisamente e vivacemente a persona con un tono di aspro rimprovero o di accusa
Ipallage
inserimento (all'interno di uno o due versi) di una parte del discorso in una posizione della frase diversa da quella logica
Iperbato
distanziare, all'interno di una frase, due parole che per rapporto grammaticale si troverebbero più vicine, con l'inserimento di altre parole
Iperbole
esagerazione nella descrizione della realtà tramite espressioni che l'amplifichino
Ipostasi
concretizzazione e personificazione di un concetto astratto.
Ipotiposi
descrivere qualcuno con particolare evidenza, vivacità e concretezza di particolari.
Ironia
affermare una cosa che è esattamente il contrario di ciò che si vuole intendere.
Isocolon
perfetta corrispondenza fra due o più membri di un periodo, per numero e disposizione di parole.
Litote
attenuazione di un concetto mediante la negazione del contrario
Metafora
(trasposizione) sostituzione di un termine con una frase figurata legata a quel termine da un rapporto di somiglianza
Metonimia o metonomia
usare il nome della causa per quello dell'effetto
Omoteleuto
utilizzo di termini vicini o successivi che terminano con lo stesso fonema finale.
Onomatopea
è un vocabolo o un'espressione che tenta di riprodurre per mezzo del suono il rumore associato a un oggetto
Ossimoro
forma di antitesi di singole parole che vengono accostate con effetti paradossali
Paradosso
affermazione che appare contraria al buon senso, ma che in realtà si dimostra valida a un'attenta analisi.
Paragoge
consiste nell'aggiungere un fonema alla fine di una parola
Paronimia
scambio, voluto o accidentale, di parole somiglianti nella forma, ma diverse nel significato
Paronomasia
accostamento di due parole con sonorità simile
Perifrasi
usare, invece del termine proprio, una sequenza di parole per indicare una persona o una cosa - (giro di parole)
Prosopopea
attribuire qualità o azioni umane ad animali, oggetti, o concetti astratti
Pleonasmo
ridondanza che consiste nell'utilizzo di un termine superfluo.
Polisindeto
contrario dell'asindeto e consiste in una sequenza molto marcata di congiunzioni fra due o più parole o enunciati.
Poliptoto
ripetere, in un giro di frasi relativamente breve, una parola, cambiandone le funzioni morfo-sintattiche
Premunizione
controbattere preventivamente alle possibili obiezioni dell'interlocutore.
Preterizione
fingere di voler tacere ciò che in realtà si dice.
Prolessi
anticipa un elemento dell'enunciato o della frase rispetto alla sua posizione nel logico ordine
Reiterazione
ripetere uno stesso concetto con altre parole.
Reticenza
interrompere e lasciare in sospeso una frase facendone intuire all'ascoltatore la conclusione
Sillessi
ciò che si riferisce soltanto a una cosa o persona viene arbitrariamente esteso ad altra cosa o persona che, nell'enunciato, segue la prima
Similitudine
paragone tra immagini, cose e persone, attraverso l'uso di avverbi di paragone (come, simile a, a somiglianza di).
Sinalefe
fusione di due vocali in una sola sillaba che si pronuncia come se le due vocali appartenessero ad essa
Sinchisi
modificazione dell'ordine sintattico normale di una frase e del sovvertimento dell'ordine consueto del discorso che può produrre oscurità.
Sincope
consiste nell'eliminare una sillaba all'interno di una parola.
Sineddoche
questa figura esprime la parte per il tutto. Utilizzo in senso figurato di una parola di significato più o meno ampio della parola propria.
Sineresi
contrazione di due vocali in una sola all'interno di una parola in modo da formare una sola sillaba.
Sinestesia
associare, in un'unica immagine, sostantivi e aggettivi appartenenti a sfere sensoriali diverse, dando origine a un'immagine vividamente inedita.
Aposiopesi
lasciare volutamente interrotto un discorso.
Zeugma
collegamento di un verbo a due o più termini della frase che invece richiederebbero ognuno singolarmente un verbo specifico.