Level 10
Level 11

Fenomenologia dello Spirito: Assoluto


30 words 0 ignored

Ready to learn       Ready to review

Ignore words

Check the boxes below to ignore/unignore words, then click save at the bottom. Ignored words will never appear in any learning session.

All None

Ignore?
l'assoluto ha in sé
la propria ragion d'essere
l'assoluto è: infinito e
autosufficiente e senza limiti
il principio primo dell'assoluto
è un logos razionale
il principio primo è spirito
nel senso che è razionale
la razionalità dell'assoluto
è evidente nelle leggi naturali
l'assoluto non è trascendente
bensì è immanente
l'assoluto è il soggetto
della storia
il finito è manifestazione vivente
dell'infinito (monismo panteistico)
l'assoluto è dinamico come
un soggetto in fieri
l'assoluto si rivela
grazie alle attività dell'uomo
l'essenza dell'assoluto
è il farsi dell'assoluto
l'assoluto non si può
cogliere con l'intuizione
l'assoluto non si coglie con l'intuizione
perché l'intuizione è momentanea
l'assoluto si può cogliere
mediante un ragionamento
il ragionamento è una forma
di conoscenza mediata
la parte trova un significato
solo all'interno del tutto
la realtà è un
grande organismo
il vero
è l'intero
le singole parti
sono manifestazioni dell'assoluto
l'irrazionalità delle cose
è apparente
l'infinitezza deriva
dal non lasciare nulla fuori di sé
il vero infinito
è la totalità di tutti i finiti
il grafico del vero infinito è
il cerchio
il grafico del cattivo infinito è
la retta
Hegel afferma
che l'assoluto è un risultato
la conoscenza non è
immediata
la conoscenza si raggiunge
con il ragionamento
la verità filosofica
emerge da tutta la storia della filosofia
il pensiero hegeliano
è vero nella completezza del pensiero occidentale
ciò che reale è razionale
ciò che è razionale è reale